Comunicato Stampa del 7.11.2009

NON C’E’ PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE

Al Presidente del Parco del Conero Giacchetti voglio ricordare che nessuno ha sottoposto al Comune di Sirolo il progetto Gaz De France, prima del settembre 2009.
Diversamente è avvenuto per l’Ente Parco del Conero, che già un anno fa avrebbe potuto opporsi e mobilitare i Comuni, se veramente fosse contrario al rigassificatore.
Riguardo all’area marina protetta non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.
Già nei giorni scorsi ho pubblicamente evidenziato come il Parco Marino non avrebbe affatto impedito la realizzazione del rigassificatore, come insegna l’esperienza analoga del rigassificatore di Livorno – Pisa, che ha addirittura superato positivamente il vaglio del Consiglio di Stato circa la sua legittimità, malgrado che sia addirittura contiguo a un’area marina protetta.
Mi sembra che sia in atto una campagna di disinformazione, diretta a sostenere strumentalmente che il Parco Marino avrebbe impedito o addirittura impedirebbe la realizzazione del rigassificatore (senza considerare, poi, che i tempi tecnici per la creazione di un Parco Marino sarebbero molto più lunghi rispetto a quelli relativi all’iter di approvazione del progetto Tritone).
Non è così.
Il Comune di Sirolo rimane contrario all’istituzione del Parco Marino e non è con argomenti così inconsistenti che cambierà opinione.
Alle varie associazioni naturalistiche chiedo: come mai tanto silenzio sul rigassificatore?
Devo amaramente constatare che c’è mobilitazione per questioni marginali, come la riapertura del sentiero del Passo del Lupo ma non su questa, ben più importante.
Ciò a differenza di altre regioni, come la Toscana, dove addirittura ha dato battaglia, anche giudiziale, Greenpeace.

Sirolo, 7 novembre 2009

IL SINDACO
Avv. Moreno Misiti